PASSAGGIO AL MERCATO LIBERO LUCE E GAS

MERCATO LIBERO: ISTRUZIONI PER L’USO E ATTENZIONE ALLE TRUFFE

Il mercato libero dell’energia è la conseguenza di un processo normativo iniziato alla fine degli anni ’90 con il D.L. n. 79 del 16 marzo 1999 (c.d. “Decreto Bersani”); per cui, i consumatori e le aziende hanno la facoltà di scegliere il venditore a cui rivolgersi per la fornitura di energia elettrica e gas naturale, sulla base di proposte economiche più favorevoli.

Per la maggior parte delle famiglie dal 10 gennaio 2024 il passaggio dal mercato di maggior tutela al mercato libero, diventerà obbligatorio e nella eventualità non venga scelto in autonomia, verrà effettuata d’ufficio ad un nuovo operatore; se si vuole evitare di incappare in contratti non favorevoli, sarà necessario scegliere autonomamente la compagnia erogatrice di energia elettrica e/o gas. Invero, nel mercato libero dell’energia i consumatori le aziende, hanno la possibilità di scegliere di sottoscrivere contratti di luce e gas, in quanto si ha l’opportunità di confrontarsi direttamente con il venditore per chiedere le condizioni economiche più favorevoli circa la fornitura di elettricità e gas.

Se il cittadino non opta per un nuovo fornitore di energia sul mercato libero, per sei mesi la fornitura verrà attribuita allo stesso fornitore del mercato tutelato, che applicherà prezzi “placet”, acronimo che indica “Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela”; per cui, il corrispettivo risulterà analogo a quello del servizio di maggior tutela che, quanto alla porzione di spesa per la materia energia, continuerà a rispecchiare le variazioni del prezzo dell’energia elettrica nel mercato all’ingrosso. Dopodiché, a seguito dei sei mesi l’erogazione di energia verrà conferita tramite gara a una compagnia del mercato libero; in ogni caso, si potrà sempre cambiare scelta in qualsiasi momento.

GAS, COSA ACCADE DAL 10 GENNAIO 2024

Che cosa succede a chi non è ancora passato al mercato libero? Ebbene, il proprio fornitore attuale sarà tenuto a proporre ai propri utenti un’offerta prevista per il mercato libero presente nel proprio portafoglio: naturalmente, dovrà essere la più economica tra le proposte disponibili e i cittadini potranno scegliere se:

–      associarsi alla proposta del proprio fornitore; 

–      scegliere una ulteriore offerta del proprio fornitore; 

–      cambiare fornitore scegliendo un’altra offerta che si ritiene più favorevole dopo, eventualmente, aver consultato un esperto del settore;

–      in alternativa il cliente potrà evitare di effettuare la scelta: in talo caso verrà applicata l’offerta a un prezzo variabile, con condizioni contrattuali identiche a quelle del mercato tutelato e un prezzo che segue il mercato all’ingrosso (si tratta delle offerte che l’Authority ha denominato PLACET).

UN PARTICOLARE ATTENZIONE ANDRÀ AGLI UTENTI “VULNERABILI”

Per i clienti cosiddetti “vulnerabili” verrà applicato un trattamento differente; ma, prima di tutto bisogna comprendere chi rientra in tale categoria.

Rientra tra i clienti vulnerabili il cittadino che:

– ha un’età superiore ai 75 anni; 

– verte in condizioni finanziariamente sfavorite;

– si trova in gravi condizioni di salute che esigono l’impiego di strumentazioni   mediche salvavita alimentate dall’energia elettrica o cittadini presso i quali sono presenti soggetti che versano nelle condizioni prima menzionate;

– è disabile ai sensi della legge 104/92;

– è domiciliato in una unità abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi;

– è residente in un’isola minore non interconnessa.

Se l’utente è compreso in una delle categorie su indicate, verrà classificato come “vulnerabile”; in tal caso non vi sarà nessun mutamento; invero, il mercato tutelato continuerà ad essere operativo per gli utenti vulnerabili, con il medesimo fornitore e alle stesse condizioni economiche.

COME EVITARE LE TRUFFE

Naturalmente, come in ogni fenomeno che caratterizza passaggi importanti nella società, irrompono personaggi atti a frodare i cittadini, tant’è che già quattro milioni di cittadini già sono stati truffati da promotori e società senza scrupoli proponendo contratti capestro che si sono poi rilevati posti in essere a solo vantaggio delle compagnie erogatrici di elettricità e gas. Basti pensare che negli ultimi 12 mesi il numero di chi è stato vittima di una truffa o un tentativo di frode in ambito utenze luce e gas è aumentato di circa il 30%.

I cittadini sono letteralmente bombardati con ogni mezzo (sms, e-mail, ecc,) da proposte che appaiono convenienti; ebbene, il consiglio è quello di non cedere immediatamente alle mirabolanti proposte, ma di informarsi in prima persona presso un esperto del settore per poter scegliere la tariffa migliore anche in relazione ai propri consumi e/o abitudini.

Non è sufficiente valutare il prezzo dell’energia attuale così come pubblicizzato ed illustrato dalle aziende. Invero, è necessario richiedere preventivi su base annua a maggior ragione dal momento che esistono offerte a prezzo variabile, che potrebbe mutare successivamente.

Inoltre, per ben comprendere come scegliere, sarà necessario conoscere i propri consumi e i costi applicati: per esempio, percentuale di consumi nelle differenti fasce orarie; la tendenza negli ultimi 12 mesi ed altro ancora; quindi, per risparmiare sui consumi, sarà necessario conoscere i propri bisogni energetici in termini di volumi di consumo e abitudini, dopodiché, in base al controllo regolare del mercato e delle proposte delle compagnie, sarà possibile riconoscere una migliore strategia per limitare le spese.

Non accettare mai le offerte telefoniche di proposte che appaiono eccezionali; è sempre meglio recarsi presso gli sportelli delle aziende qualificate e conosciute per farsi consegnare la documentazione che si potrà leggere con calma e/o far visionare ad un esperto del settore.

Naturalmente, sarà necessario periodicamente controllare le fatture per constatare se i costi sono aumentati e nella eventualità cambiare operatore in quanto il diritto di recesso dal contratto è senza spese, né penali.

IL PORTALE UFFICIALE DELLE OFFERTE LUCE E GAS

Unico strumento ufficiale per confrontare le varie offerte sul mercato è il “Portale Offerte Luce e Gas” previsto dalla legge n.124/2017, di seguito il link per poter accedere: www.ilportaleofferte.it. Il portale è l’unico comparatore pubblico che consente a clienti domestici e piccole/medie imprese di confrontare e scegliere in modo immediato, chiaro e gratuito le offerte di elettricità e gas. La piattaforma mette a disposizione un motore di ricerca di semplice utilizzo e fornisce informazioni su funzionamento ed evoluzioni attese dei mercati. Comunque, prima di sottoscrivere qualsivoglia contratto la maggior tutela, si ripete, è quella di rivolgersi ad un esperto del settore che possa confrontare le tariffe offerte alle abitudini relative ai consumi di luce e gas del consumatore e scegliere la migliore offerta personalizzata.

Author: Cav. Avv. Floro Bisello

Avvocato in Pesaro-UrbinoCavaliere al Merito della RepubblicaPresidente della Sede Unioncasa di Pesaro Urbino e Provincia